Il nostro impegno

La Fondazione CRT investe da oltre trent’anni nel campo della Scienza dei Dati e dello studio dei Sistemi Complessi: un’azione lungimirante nella convinzione che sia necessario favorire la creazione di uno spazio per far crescere la ricerca nel campo della Scienza dei Dati.

Questo impegno si è evoluto nella creazione del “Data Science for Social Good Center”, ospitato all’interno di OGR Torino, che si qualifica come hub di conoscenza per l’utilizzo dei Dati e dell’Intelligenza artificiale nell’identificare i bisogni, guidare gli interventi e valutare l’impatto di decisioni e politiche.

Il progetto Lagrange

Dal 2003, la Fondazione CRT ha sostenuto la Fondazione ISI con oltre 40 milioni di euro attraverso il Progetto Lagrange, assegnando a più di 800 giovani ricercatori borse di studio e di ricerca su Sistemi Complessi e Data Science e supportando la ricerca pionieristica su Data Science for Social Good, in stretta collaborazione con agenzie globali, aziende e istituzioni di ricerca leader nel mondo. Lagrange mira a generare e condividere conoscenze da applicare alla scienza dei dati per il bene comune, consolidando le collaborazioni tra il mondo accademico, i possessori di dati aziendali e le organizzazioni non profit.

Il Premio Lagrange – Fondazione CRT

Oltre alle borse di studio, dal 2008, il Premio Lagrange – Fondazione CRT premia i ricercatori che si distinguono per l’eccellenza nella scienza degli studi complessi, un settore chiave nell’evoluzione della ricerca scientifica, caratterizzato da un approccio dinamico e interdisciplinare fra aree di ricerca quali fisica, matematica, statistica, informatica e Big Data, biologia, epidemiologia, studio della mente e del corpo umano, scienze sociali, e gli ambiti delle scienze economico-sociali (economia, finanza, salute pubblica, comunicazione, tutela ambientale, filantropia).

L’impegno nel campo della Filantropia e della Scienza dei Dati a livello internazionale

Il 15 luglio 2021 la Fondazione CRT ha organizzato l’evento “Nonprofit Leadership e Data Stewardship nel recupero COVID-19” nell’ambito del High Level Political Forum delle Nazioni Unite (HLPF). In quell’occasione è stato introdotto e discusso il ruolo delle istituzioni filantropiche e delle organizzazioni non profit nella promozione di approcci guidati dai dati per il bene pubblico e le azioni orientate alla comunità per una ripresa economica e sociale sostenibile nell’era post Covid.

L’HLPF è la principale piattaforma delle Nazioni Unite per il follow-up e la revisione dei progressi sull’attuazione dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Si riunisce sotto l’egida del Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC), di cui la Fondazione CRT – la prima tra le fondazioni italiane di origine bancaria – ha acquisito lo status consultivo nel 2014.

Durante la pandemia di Covid-19, una collaborazione internazionale, guidata da The GovLab di New York, ha lanciato un appello per incoraggiare una più ampia messa a disposizione dei dati e del loro utilizzo per affrontare l’attuale emergenza pandemica, con l’obiettivo di rispondere più efficacemente alle future minacce sociali e ambientali. A luglio 2020 la call to action ha raggiunto quasi 500 firme di opinion leaders e dei massimi esperti del settore. La sfida ora è quella di rendere queste collaborazioni sistematiche e strutturate, in un quadro di fiducia e trasparenza.

Negli ultimi anni la Fondazione CRT ha promosso il tema dell’utilizzo dei dati per scopi di pubblico interesse nell’ambito del settore filantropico europeo, in particolare in occasione delle conferenze dello European Foundation Centre e della European Venture Philanthropy Association.
Gli argomenti trattati hanno riguardato come rendere il settore filantropico più data driven, come i dati e l’IA possono essere posti al servizio del bene sociale, e come il settore filantropico può muoversi verso una strategia sistemica nel campo dei dati al fine di ottenere un maggiore impatto per la sua missione.

CHI SIAMO

La Fondazione CRT, nata nel 1991, è un’organizzazione filantropica attiva in tre macro-aree: Arte e Cultura, Welfare e Ambiente, Ricerca e Istruzione. Ha una forte vocazione internazionale, partecipa attivamente nei principali network della filantropia (EFC, EVPA, GSG), e collabora con organizzazioni leader nel campo filantropico e dell’impatto sociale. Ha investito e contribuito allo sviluppo del settore della data science attraverso una collaborazione trentennale con Fondazione ISI, oltre a contribuire alla promozione del movimento “Data for Good” attraverso i suoi network filantropici.

Nel 2013 la Fondazione CRT ha riqualificato le OGR-Officine Grandi Riparazioni di Torino, con 100 milioni di euro: le ex officine di riparazione dei treni costruite nell’Ottocento sono state trasformate in un centro sperimentale a vocazione internazionale con due “anime”: produzioni artistiche e culturali da un lato, innovazione, ricerca scientifica, tecnologica e industriale insieme a start-up e accelerazione d’impresa dall’altro. Uno spazio pensato per creare contaminazioni trasversali tra persone e settori.